PDFStampaE-mail

M5S Laives, dal sondaggio vincono le ciclabili

Scritto da Alberto Dell'Osbel 21 Marzo 2015

Ieri si è chiuso il sondaggio online “scegli il tuo progetto” del Movimento 5 stelle di Laives. Nato per permettere a tutta la cittadinanza di Laives di esprimere la propria opinione su quale progetto vorrebbe realizzato nei prossimi 5 anni. Al sondaggio durato 16 giorni, hanno partecipato 457 persone, grazie all’ IP Analysis si sono potuti scartare i voti non provenienti dalle zone limitrofe a Laives.

Dal sondaggio si evince quanto sia sentita la mancanza di piste ciclabili e quanto poco quella di una piazza , esattamente l’opposto di quanto sostenuto dalle Giunte susseguitesi negli anni. Nello specifico:

  1. 39,2% Circuiti ciclabili tra Laives-Pineta-San Giacomo
  2. 27,7% Rinnovamento del lido Comunale
  3. 21,6% Riqualificazione via Kennedy
  4. 11,5% Piazza Comunale

Come promesso, il progetto più votato, quindi le piste ciclabili, sarà inserito nel nostro programma elettorale come progetto cardine 2015-20.

   

PDFStampaE-mail

Giovedi, Firma per la candidatura del M5S e scegli il tuo progetto.

Scritto da Paolo Castelli 07 Marzo 2015

Sperando nella clemenza del meteo, anche questo Giovedì 12 marzo dalle ore 9.30 alle 13.00 saremo difronte al Comune di Laives per raccogliere le firme necessarie alla presentazione della Lista per le prossime elezioni comunali (maggio 2015).

Oltre a firmare, potrete partecipare al sondaggio "Scegli il tuo progetto". L'opera più votata sarà inserita come punto cardine del programma elettorale del Movimento 5 Stelle 2015-20. Al sondaggio sono invitati tutti i cittadini di Laives.

   

PDFStampaE-mail

Cooperative, a rischio 70 famiglie, comune troppo lento.

Scritto da Administrator 01 Marzo 2015

Come non bastasse la già disgraziata vicenda delle cooperative  Toggenburg 1, a questa ora si aggiunge la nuova area  Toggenburg 2. Le nuove cooperative che prevedono oltre 70 alloggi sono strette nella morsa pubblica, da una parte la lentezza burocratica e di comunicazione del comune di Laives, dall’altra  la velocità della Provincia con il taglio del contributo a fondo perduto per l’acquisto della prima casa. La Provincia di Bolzano per il nuovo anno ha deciso di mettere a bilancio poco più 30 milioni di Euro per quello che era sino ad oggi considerato il pilastro dell’edilizia in provincia, il fatidico contributo a fondo perduto. Con questo taglio la Provincia di Bolzano blocca di fatto la possibilità ai piccoli contribuenti di realizzare il sogno di ogni buon padre di famiglia, la casa propria.  Ancor peggio se pensiamo alle realtà delle cose, come ad esempio l’area Toggenburg 2, in cui gli oltre 50 soci della legacoop e gli oltre 20 della confocooperative, 2 anni fa hanno sottoscritto un prefinanziamento agli istituti di credito tenendo conto del contributo provinciale, contributo che da maggio potrà venire a mancare per la maggior parte di loro. Se così fosse sarebbe a rischio la sopravvivenza dell’intero progetto.

A tutto ciò, si è aggiunto anche il Comune di Laives che tra lentezza di comunicazione, e lo scarso profitto degli organi interni, ha portato le cooperative ad una perdita di tempo che è cosata quasi un anno, mesi per comprendere che per ottenere la concessione edilizia, la cooperativa si sarebbe dovuta sobbarcare la gestione delle infrastrutture pubbliche.  Grazie alla lentezza di risposta del Comune ore la cooperativa dell’area Toggenburg 2 in meno di un mese e mezzo sono costrette a istituire un consorzio, redigere un progetto per le opere pubbliche, valutarne i costi, farli vagliare dal consigli comunale e dall’ufficio urbanistica e sulla base di tutto ciò chiedere una fideiussione alla banca. Ottenuta la fideiussione , il comune rilascerebbe la concessione edilizia per permettere ai soci di richiedere il contributo a fondo perduto, il tutto entro e non oltre il 31 marzo……un impresa al limite delle magie.  A voce delle cooperative, Laives è il comune più lento burocraticamente parlando, lentezza che porta le cooperative a una vita media di oltre 12 anni.
Se il progetto Toggenburg 2 saltasse,  Laives si aggiudicherebbe un nuovo primato, il disfacimento della prima cooperativa ad edilizia agevolata dell’Alto Adige. Ebbene, appurato che l’edilizia agevolata a Laives non è agevolata, sicuramente le cooperative nel caso in cui saltasse l’intera opera,  potrebbero rivalersi nei confronti del Comune, danni che si sommerebbero ai soldi già stanziati per i terreni che rimarrebbero inutilizzati.

   

PDFStampaE-mail

Laives, è ora di cambiare le cose !

Scritto da Alberto Dell'Osbel 19 Febbraio 2015

La perenne battaglia della classe medio-bassa nei confronti di un potere che crede proprio solo perché ha diritto di voto. Se non ci si impegna tutti per migliorare il Paese non otterremmo mai nulla di quello che desideriamo. Non riusciremo mai a cambiare il Paese senza che la maggioranza di noi lo voglia e combatta per ottenerlo. Delegare è giusto, informarsi è un obbligo, combattere per il rispetto e l’uguaglianza delle regole è un dovere. Il Movimento 5 Stelle non è un partito ma un opportunità per il cittadino di cambiare le cose, noi abbiamo cominciato 5 anni fa, ora tocca a te. Scrivi a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. e contribuisci a cambiare le cose a partire dal Comune in cui vivi.

   

Pagina 6 di 69