PDFStampaE-mail

Coleremo a picco per uno stadio?

Il muro dei NO, costruito in origine dal Movimento 5 Stelle, al quale si sono poi aggiunti  Bauernbund e Freiheitlichen,  fino ad ora ha retto a tutti i colpi sferrati dalla maggioranza, oltre a ciò ha costretto la stessa a ripiegare dietro le proprie linee amiche, nella speranza di aiuti esterni (Provincia) , senza però mai ottenerli . La battaglia rimane quindi tutta in casa Laives. Neppure l'SOS inviato alle opposizioni (Udc, Pro Laives e Lega) ha dato i suoi frutti, l'aiuto per abbattere il fronte del NO in cambio di medaglie al valor civile (Assessorati)  ha creato un alto rischio di ammutinamenti interni.

La resa incondizionata, ufficializzare il No allo Stadio, a questo punto rimane l'unica ancora di salvezza per questa giunta. Se cosi non sarà, passeremo al piano R, Referendum. Questo però vorrà dire ufficializzare la Sfiducia alla Sindaca il che ci riporterà tutti nuovamente alle urne. Urne dalle quali solo pochi personaggi politici ne potranno uscire senza le ossa rotte.